Concerto Secondario   im)pulse for communication
 
 
Il gesto. L'impulso. Il segno.
 
 
Concerto Secondario | Percorso | Installazione | Artisti | Contact
 
 
» 6.6.12
» Perché Secondario
» Perché Se(i)condario
Il gesto. L'impulso. Il segno.

Il Concerto è Secondario, perché prima di tutto viene la festa di ritrovarsi dopo tanti anni a fare musica insieme. Il risultato artistico, che siamo sicuri sarà eccellente, non è lo scopo di questa serata, che è piuttosto la festa di ritrovarsi a fare musica insieme. Il palcoscenico non ci sarà, o meglio, sarà ovunque.
 
Al centro della serata quindi la festa, con un racconto fatto di suoni e parole. Giovanni De Faccio, un artista della calligrafia e un carissimo amico, cercherà di interpretare i suoni, la musica, le parole che riempiranno la chiesa e di farli diventare segno grafico, intendendo "il segno come memoria di un movimento". Infatti questa festa non ha per scopo quello di voler lasciare un segno, ma eventualmente quello di dare un impulso, vivendo essa stessa di impulsi....
 
Impulsi fondati sull'essere e non sull'apparire. Ecco perché noi musicisti non avremo un palcoscenico. Ed ecco perché il Concerto Secondario avviene "casualmente" il 6. Giugno 2012. Perché il 6.6.12? 

 
 
German
Site map | Search | Login
 
 
views 75889

www.zavatti.eu